info & prenotazioni 3891067507 (Giuspeppe) - 3496682113 (Paola)

Sentiero privato per raggiungere la spiaggia dalle nostre 3 villette in zona Baia Verde.

spiaggia libera sul retro delle villette, in prossimità delle della fine del sentiero con il percorso naturalistico che conduce in spiaggia libera Baia verde di Gallipoli, a piedi per 170 m, oppure percorrendo ulteriori 80 metri dalla fine del sentiero sullo stesso lungomare di Baia Verde si arriva allo stabilimento balneare Lido Blue Bay Beach.

 

Informazioni su Gallipoli.

Gallipoli, città italiana situata nell’estremo sud della regione Puglia, nella provincia di Lecce, capoluogo del Salento. Gallipoli è da sempre meta molto ambita nel panorama turistico internazionale di tutto il Mediterraneo. Il suo nome deriva dal greco “Kalè Polis”( città bella), ma essa è soprannominata anche “ La perla dello Ionio” per le sue bellezze naturalistiche, con paesaggi unici e suggestivi. E’ una cittadina ricca di fascino per la sua architettura, la storia, l’arte, la cultura .Indimenticabili sono i suoi magici tramonti che si possono ammirare dalle mura fortificate del centro storico.
Morfologia del territorio
Gallipoli è una penisola lunga circa 2 Km che si protende nel mar Ionio, verso ovest. E’ formata dal borgo, la parte nuova della città, la cui via principale, Corso Roma , offre al turista l’opportunità di uno shopping molto conveniente nei numerosi negozi, tra i più importanti del Salento.
Il “Borgo “ risale ai primi del ‘900, con i primi palazzotti dell’epoca divenuti ora importanti sedi di attività commerciali. Il Corso Roma termina ad ovest della città là dove inizia il ponte seicentesco, ricostruito in seguito alle invasioni turco-saracene dopo il 1500. Il ponte conduce nel centro storico di Gallipoli, una vera e propria isola di natura calcarenilica dal diametro di 900m, circondata da imponenti mura fortificate e bastioni realizzati a difesa della città durante le invasioni turco-saracene. Lungo le mura è situata la maggior parte delle chiese monumentali della città: della Purità, di S.Francesco di Paola, di S.Francesco D’Assisi,di S.Domenico al Rosario, del Santissimo Crocefisso, etc., tutte risalenti al periodo che va dal sedicesimo secolo in poi. Il turista potrà riservare una visita particolarmente accurata alla cattedrale di Sant’Agata, in perfetto stile barocco,con tele ed affreschi del ‘600 che si trova nel cuore del centro storico dove convergono le stradine della città vecchia. Sotto le mura fortificate è situata la spiaggia della Purità, dal nome dell’omonima chiesa. Essa è formata da sabbia dal colore ambrato di natura tufacea ed è di fronte a tre isole: delle Uccolette, del Campo,Sant’Andrea. Quest’ultima è sede dell’antico faro e di alcune costruzioni fortificate risalenti alla prima guerra mondiale. Con la sua lacuna salmastra, attualmente è parte di un parco per la protezione della flora e fauna locali; sull’isola nidifica il Gabbiano corso, unica colonia presente nel Mediterraneo e scoperta dal biologo Prof. L.Scarpina. Intorno all’isola ci si può ancorare nelle apposite zone e ci si può immergere nelle acque turchesi e cristalline per praticare lo snorkeling ed osservare i fantastici fondali e le varietà di specie animali e vegetali, tra cui la posidonia mediterranea. Le isole sono raggiungibili usufruendo dei servizi turistici o di motobarche.
Nella parte sud-ovest del ponte si può ammirare il Castello Angioino- Aragonese, circondato parzialmente dal mare con il suo Torrione principale e la sala ottagonale.
Il centro storico è frequentato da numerosi turisti di varie nazionalità: americani,inglesi, tedeschi,giapponesi, etc. che affollano la principale via, dedicata ad Antonietta De Pace, patriota gallipolina seguace di Garibaldi.E’ In questa via che il turista può curiosare nei graziosi negozietti tipici alla ricerca di prodotti artigianali salentini. Nelle viuzze del centro storico si possono ammirare antichi palazzi gentilizi, sedi delle più importanti antiche signorie di Gallipoli: il Palazzo Pirelli,Tafuri,Assanti-Aragona, Seminario, Pasca,Romito,Briganti, Fontana, Dospina, Rocci, Capitolo,Senape; un concentrato di storia e architettura. Il turista più curioso può visitare anche il Museo Civico, il Museo Diocesano e il Museo del Mare fondato dal biologo,Prof Giorgio Cataldni, dove,tra l’altro, si può osservare lo scheletro di numerosi cetacei. Non si può andar via da Gallipoli senza una visita ai Frantoi Ipogei ristrutturati e risalenti al 1600, dalla suggestiva struttura interamente scavata a mano nel carparo, una pietra locale. Questi frantoi testimoniano l’importanza del porto di Gallipoli dal 1600 al 1800, quando la città rappresentava il crocevia delle marinerie inglesi,francesi e italiane per l’esportazione del miglior olio lampante che veniva prodotto all’epoca. Le olive da cui si ricavava l’olio provenivano da oliveti rigogliosi delle campagne dell’entroterrasalentino.
Gironzolando nel centro storico è facile perdersi nelle viuzze dove la particolare architettura delle abitazione garantisce una giusta ventilazione anche nelle calde ed afose giornate di luglio.Alcune viuzze poi sfociano in Corti in stile arabo con doppia uscita sul retro che serviva per consentire la fuga,durante le invasioni turco-saracene. Si può ammirare la Corte Gallo, un museo all’aperto di antichi utensili da lavoro allestito da alcuni cittadini del posto.
Un altro monumento: La Fontana Greco-Romana che probabilmente è una tra le più antiche fontane d’Italia e di cui non si conoscono le reali origini, è giunta a Gallipoli con navi a vela greche. Si attende ancora l’esame al carbonio 14 per risalire alla data esatta di costruzione di questo monumento che nel corso del tempo è diventato il simbolo più conosciuto della città.
L’offerta turistica non trascura certo i giovani e tutti coloro che amano la musica, il ballo o che semplicemente preferiscono crogiolarsi al sole d’estate, distesi sulla sabbia bianca, fine ed impalpabile come quella della Polinesia o delle Maldive. Nel lato sud della à numerosistabilimenti balneari offrono servizi inappuntabili osì completi ed efficienti da soddisfare anche il turista più esigente. Sempre lungo il litorale sud sorge il Villaggio Baia Verde, immerso nella vegetazione tipica della macchia mediterranea; esso si estende sino al Parco di Punta Pizzo. Qui si trova un altro stabilimento balneare, il Cotriero dove si resta incantati dalla bellezza di un paesaggio incontaminato. Per la sua particolare posizione e per l’assenza totale di inquinamento luminoso, in alcune sere d’estate, ospita una postazione di osservazioni astronomiche che suscitano notevole interesse e curiosità tra i turisti.
Il litorale nord della città è costituito da darsene che ospitano yacht e barche di ogni tipo in transito provenienti da tutto il Mediterraneo.
A pochi km a Nord del litorale roccioso della città di Gallipoli si trova il secondo parco naturale regionale di Porto Selvaggio, facente parte del territorio di Nardò, dove, in località “torre Uluzzo”, si può osservare un sito archeologico con delle grotte rupestri primitive risalenti a 45000 anni fa, in cui sono stati rinvenuti importantissimi reperti archeologici, in primis su tutti 2 dentini di bambina appartenente ai primi insediamenti di uomini primitivi europei detti “uluziani” dal nome dell’imponente torre saracena” Torre Uluzzo”. Tale ritrovamento è avvenuto nelle grotta Cavallo distante solo 500 m da questa costruzione.
Gallipoli resta a lungo nella memoria e nei cuori di coloro che vi hanno soggiornato, inclusi alcuni membri delle più importanti famiglie reali europee.